Oltre i confini

… perché la solidarietà diventi concretezza

Notizie da Wamba

Caro Don Marco,

grazie infinite per la tua e-mail.

Non ho risposto subito poiché ho letto che stavi per partire, così decisi di scriverti con calma ed al tuo ritorno avresti letto la mail. Ora credo che tu sia già da qualche giorno nel pieno della programmazione settembrina. Spero che tu abbia potuto purificare il tuo corpo dallo stress accumulato durante i primi mesi dell’anno. Ricordo piacevolmente il villaggio S. Francesco, l’asilo e i fratelli brasiliani. Immagino stiate lavorando ad altri nuovi progetti, al fine di promuovere i fratelli più sfortunati.

In questo ospedale africano in cui mi trovo la vita va avanti nella povertà di tutti i giorni. È evidente che le persone abbiano fatto il callo alle difficoltà quotidiane, e quelle che ai miei occhi paiono grosse difficoltà per essi non sono che “la vita”. Mi ha colpito notare che nelle preghiere domenicali non mancano di ringraziare Dio per la cita che sta loro offrendo. Non ci sono lamentele e non ci sono richieste nelle preghiere, ma il ringraziamento per un dono che, seppur nella povertà, è unico e prezioso. Domenica scorsa il Vangelo del “ognuno prenda la sua croce” mi ha fatto ammirare questa povera gente, che tutti i giorni ette in pratica la parola di Dio con gioia e riconoscenza.

In questi giorni fa molto caldo, le ultime piogge sono arrivate a fine Aprile e le prossime arriveranno a metà Ottobre. L’acqua proveniente dai pozzi scarseggia e nei letti dei fiumi stagionali a stento si riesce a scoprire qualche vena d’acqua. Molta gente viene a chiedere acqua all’ospedale, e purtroppo a qualcuno dobbiamo rifiutarla per non mettere a rischio il funzionamento dell’ospedale, peraltro già minato da uno sconsiderato aumento dei prezzi in primis del gasolio.

Non voglio dilungarmi oltremisura ed augurandoti una tranquilla ripartita, ti rinnovo l’invito per Dicembre.

Un saluto affettuoso a te, a don Giancarlo, don Luigi, le suore e a tutti i parrocchiani.

 

Paolo

Mercoledì 3 settembre 2008

 

Tratto da: “San Francesco in cammino” settembre 2008

 

Comments are closed.