Oltre i confini

… perché la solidarietà diventi concretezza

Natale 2013

natale

Meritavi una culla più adeguata,

meraviglioso bambino di Betlemme,

ma non l’hai né cercata, né desiderata.

Così nasci in ognuno di noi

e vuoi dimorare in noi,

fragili culle invecchiate

dal tempo e dai nostri errori.

Afferra con la tua manina delicata

le nostre povere e vuote mani,

incallite anche dal vizio,

e stringile forte e riscaldale…

Afferra queste nostre mani terrose,

ripiene di troppe cose vacue ed inutili,

e stringile fortemente e liberale.

Afferra queste nostre mani terrose

per trasmettere il calore delle stelle.

Afferra le nostre mani tremanti

per comunicare il calore del cielo.

Afferra questa nostre mani,

appesantire dalle cose che racchiudono,

per liberarle da ogni possesso

e renderle disponibili al dono di sé.

Afferra, bimbo di Betlem, le nostre mani

per strapparle dalla strada della morte

e condurle dolcemente “oltre i confini”

sul sentiero della vita donata.

Afferra queste nostre mani

perché da esse si allontani

il nauseante odore di ogni violenza,

e comincino a possedere

il tuo delicato profumo

che odora della pelle di Dio.

 

Con un grazie e gli auguri più cordiali perché per tutti

possa essere veramente “NATALE”

 

Don  Marco Luciano

 

 

 

Comments are closed.